Migliore controllo nella produzione dei testi Braille: Tacto è in azienda

L’azienda cartotecnica di Robecco sul Naviglio già da tempo ha abbracciato tra i suoi processi di innovazione, quello riguardante la tecnologia delle macchine.

Nuovi acquisti 4.0 popolano il comparto industriale, in un’ottica che mira sempre più alla completa produzione interna dei tool necessari alle lavorazioni.

La scelta di ridurre al minimo, se non a zero, le lavorazioni esterne è fortemente voluta da Albertini Packaging e si rivela uno dei punti di forza e di differenziazione rispetto ai suoi competitor.

L’introduzione della macchina Tacto è uno di questi. È la soluzione definitiva per la realizzazione dei lamierini Braille. Tacto viene implementata a fianco dei macchinari di embossment in linea, già presenti in azienda, come la Bobst Accubraille.

La macchina permette la programmazione direttamente su un display interconnesso al software integrato. È capace di produrre fino a sei righe di maschi Braille attraverso la programmazione del posizionamento dei punti. Ciò permetterà la realizzazione del testo sia in senso verticale che orizzontale. Margini di errori pari a zero e goffrature che rispettano gli standard Fefco.

La precisione e la velocità di Tacto accorciano i tempi di lavorazione e controllo. E garantiscono un livello di sicurezza e qualità molto alti, requisiti fondamentali per una produzione rivolta a settori specifici come quello farmaceutico, a cui Albertini Packaging è particolarmente attento.

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

ARTICOLI SUGGERITI

ARTICOLI SUGGERITI

Vorremmo utilizzare i cookie per garantirti la migliore esperienza. Se continui a navigare sul sito web, fornisci le tue informazioni personali compilando i nostri moduli o utilizzi i nostri servizi, confermi di aver letto e accettato le nostre Condizioni d'Uso e Politica sulla Privacy.